Laddove generalmente vengono utilizzati trattamenti laser o tossina botulinica, possiamo ora andare ad agire con un macchinario nuovo.

L’iperidrosi è caratterizzata da una sudorazione eccessiva, ma fisiologicamente necessaria per la termoregolazione.

La combinazione di due tecnologie ci permette di trattare sia le ghiandole eccrine (responsabili dell’eccessiva sudorazione), che le ghiandole apocrine (responsabili del cattivo odore).

Il riscaldamento dielettrico disattiva selettivamente le ghiandole eccrine ed apocrine, evitando la secrezione del sudore.

Questo meccanismo di riscaldamento attraverso la Radiofrequenza Alma Laser causa una rotazione molto rapida delle molecole d’acqua, generando calore che raggiunge alte profondità. Poiché ghiandole sudoripare sono sature di acqua rispetto al tessuto circostante, il calore prodotto raggiungerà solo le ghiandole.

Essendo che ogni caso particolare presenta delle caratteristiche individuali, è importante la possibilità di combinare le varie metodiche in modo da ottenere un protocollo personalizzato efficace.